FEGATELLI

fegatelli_con_alloro

FEGATELLI:

I fegatelli sono un piatto tipico delle nostre parti, abitualmente eseguito in occasione delle feste che fanno da cornice all’uccisione del maiale.
Sono semplicemente divini, anche se io non li adoro moltissimo, ma quando sono fatti come si deve… sarei capace di scofanarmene una mezza teglia buona! Il segreto della riuscita infatti è nel mantenerli morbidi, e troppo facile invece è asciugarli troppo.
Bando alle ciance, via al passo-passo:

INGREDIENTI

1 kg di fegato di maiale
rete di maiale
grasso di maiale
sale
pepe
foglie di alloro fresche
fiori di finocchietto secchi

PROCEDIMENTO

Prendere un piatto e mescolarvi assieme i fiori secchi di finocchietto, il sale ed il pepe.

Prendere il fegato, tagliarlo a tocchetti il più possibile omogenei, non troppo piccoli comunque perché si restringono in cotura; sciacquarli e condirli con il preparato aromatico.

Prendere la rete e passarla brevemente nell’acqua calda in modo da ammorbidirla e stenderla senza problemi di rottura.

Dimenticavo… Si scendono le scale e si taglia una ramo pieno di belle foglie dalla pianta di alloro del giardinetto.
Indi si risale in casa, si lavano le foglie e si asciugano (vi ricordo che l’avete preso dai giardinetti, vatte a fidà!).

A parte prepariamo anche il lardo: prendere i pezzi di grasso, tagliarli a cubetti e condirli con il composto aromatico.

Si taglia il fegato a tocchetti e si dispone su un tagliere la rete; si adagia sopra di essa un pezzetto di fegato, si taglia giro giro la rete in modo che ne avanzi un bel po’ e si avvolge il fazzoletto ottenuto intorno al fegatello (ovviamente più rete c’è, più il grasso dona morbidezza al fegatello).

Ripetere l’azione per tutti i pezzi e infilare i fegatelli in uno stecchino lungo, alternandoli a foglie d’alloro ben pulite.
Stare attenti a non metterli eccessivamente stretti: adiacenti ma non ‘strizzati’.

Si dispongono in una teglia gli spiedini, uno accanto all’altro; sopra si distribuiscono, insieme ad un altro po’ del condimento, i dadini di grasso, in modo che si sciolgano e ammorbidiscano, insaporendoli, i fegatelli.
Si inforna a 180°-200° per circa… Boh!, Lo vedrete voi quando saranno belli cotti!   Devono risultare coloriti (non rosa all’interno) ma morbidi.

Nel frattempo la parte avanzata dei cubetti di grasso aromatizzati la si ripassa in padella in modo da ottenere lo strutto necessario alla conservazione dei fegatelli

Se siete tanti non avete bisogno di conservarli, viceversa togliete i fegatelli dallo spiedino e disponeteli in un vaso di terracotta che sigillerete con una bella colata del lardo precedentemente fuso.
Si conservano a lungo, non necessariamente in frigorifero.

Leave a Reply

BREAKING NEWS

I Nostri Gadget

La bottega di Toscanainfesta.it
Accedi - BlogNews Theme by Gabfire themes