ZeriZeri

zeriSe il ritrovamento di tombe risalenti al VI secolo a.C. ci testimoniano l’antichità dell’insediamento umano nel territorio di Zeri, il primo documento scritto che ne citi il nome (che in antico era Cerri) è del 774, quando in un atto di Carlo Magno vengono concessi al monastero di San Colombano di Bobbio alcuni boschi situati sul monte Croce e sul monte Lungo. Divenne feudo e nel corso del tempo ebbe una vita relativamente tranquilla. Passò poi la granducato della Toscana e poi fu ceduto al ducato di Parma.zeriAlthough tombs dating back to the 6C BC indicate that ancient settlements were present in the area, the first written document that mentions Zeri (which in ancient times was called Cerri) dates back to the year 774, when a deed in which Charles Magne donated forests on Monte Croce and Monte Lungo to the monastery of San Colombano. After becoming a fief, Zeri enjoyed relative tranquillity. Following this it was ruled by the grand-dukes of Tuscany and later was conceded to the dukes of Parma.

Leave a Reply

ADVERTISEMENT

La bottega di Toscanainfesta.it
Accedi - BlogNews Theme by Gabfire themes