Dal 07-05 al 08-05 MUGELLO WILD a Borgo San Lorenzo

Presso Villa Pecori Giraldi.

La mostra proporrà una grande varietà di animali: pesci, insetti, tartarughe, rettili, volatili, roditori, piante rare, con espositori provenienti da tutta Italia. Nelle sale interne ci saranno anche acquari, terrari, teche e tutta la parte tecnica per gli allestimenti degli stessi.

Dal 07-05 al 08-05 MUGELLO WILD a Borgo San Lorenzo

Presso la Villa Pecori Giraldi

La mostra proporrà una grande varietà di animali: pesci, insetti, tartarughe, rettili, volatili, roditori, piante rare, con espositori provenienti da tutta Italia. Nelle sale interne ci saranno anche acquari, terrari, teche e tutta la parte tecnica per gli allestimenti degli stessi.

 

 

Il 16-04 e il 17-04 AREZZO FLOWER SHOW ad Arezzo

fiorirecisiAll’interno dell’incantevole Parco di Villa Severi si svolge una mostra mercato di piante rare ed inconsuete. Per l’occasione sarà possibile incontrare i migliori espositori del panorama florovivaistico italiano e internazionale con le loro introvabili collezioni e partecipare alle attività collaterali che coinvolgeranno grandi e piccini in corsi di giardinaggio, dimostrazioni creative e laboratori didattici.

Il 17-04 FOTO ANTIQUARIA a ArezzoThe 17-04 ANTIQUE PHOTOS

fotoantiquariaarezzoIn Piazza Grande, presso Logge Vasari.
Tutto pronto per l’edizione di primavera di FOTO ANTIQUARIA numero 51, che quest’anno è anticipata di una settimana rispetto alla tradizionale data del 25 aprile. La prima e più antica mostra mercato nazionale di materiali e attrezzature fotografiche d’epoca, si terrà come sempre nel bellissimo scenario di Piazza Grande e Logge Vasari ad Arezzo domenica 17 aprile 2011 (orario 9-18). Un appuntamento attesissimo da appassionati e semplici curiosi che il “Fotoclub La Chimera” mantiene vivo dal 1985. FOTO ANTIQUARIA viene visitata da migliaia di appassionati che sanno di poter trovare – curiosando fra i 70/80 banchi allestiti dagli oltre cinquanta espositori che mediamente partecipano alla manifestazione – pezzi altrimenti introvabili, destinati ad arricchire o completare il loro prezioso corredo fotografico. La sezione commerciale della fiera si caratterizza per l’esposizione, lo scambio e la vendita di fotocamere, obiettivi, accessori fotografici, cineprese e strumenti ottici, usati, fuori produzione, da collezione e d’antiquariato, di tutte le principali e prestigiose marche che producono, o che hanno prodotto nel passato. Da alcune edizioni, sui banchi si trovano anche ottime fotocamere, accessori ed apparati per la fotografia digitale, offrendo così agli appassionati la possibilità di entrare in questo nuovo mondo dell’immagine con costi convenienti.
Mostre fotografiche, vendita e scambio di attrezzatura e pubblicazioni di materiale fotografico.

Info 0575/401960

www.fotoantiquaria.comfotoantiquariaarezzoIn Piazza Grande, at Logge Vasari.
Everything ready for the spring edition of ANTIQUARIAN PHOTO number 51, which this year is anticipated by one week compared to the traditional date of April 25. The first and oldest national market exhibition of photographic materials and equipment, will be held as usual in the beautiful setting of Piazza Grande and Logge Vasari in Arezzo Sunday, April 17, 2011 (open 9 am-6 pm). A highly anticipated by fans and curious that “Fotoclub Chimera” keeps alive since 1985. ANTIQUARIAN PHOTO is visited by thousands of fans who know they can find-browsing among the 70/80 stalls set up by over fifty exhibitors participating in the event that mildly-pieces otherwise unobtainable, intended to enhance or supplement their valuable photographic equipment. The commercial section of the fair is renowned for its display, exchanging and selling cameras, lenses, photographic accessories, cameras and optical instruments, used, out of production, collectibles and antiques, all major and prestigious brands that produce or have produced in the past. Some editions, on the benches are also excellent cameras, accessories and equipment for digital photography enthusiasts, thus offering the opportunity to enter this new world image with reasonable costs. Photographic exhibitions, sell and trade in equipment and publications of photographic material.
Info 0575/401960 w
ww.fotoantiquaria.com

Dal 20-11 al 28-02 CERAMICHE E TESSUTI a PratoFrom 20-11 to 28-02 CERAMICS AND TEXTILES

Museo del Tessuto

Un dialogo d’eccellenza tra due arti toscane del Rinascimento - la mostra che propone un dialogo tra due delle maggiori eccellenze dell’arte toscana del Rinascimento: tessile e ceramica. Le stoffe e ricami saranno affiancati da un nucleo di maioliche di Montelupo Fiorentino datate al XV e al XVI secolo – Orario mostra: lun. ven. 10-18; sab. 10-14; dom. 16-19; chiuso martedì –  Via Santa Chiara, 24 –

Info: tel. 0574-611503 info@museodeltessuto.it

An excellent dialogue between the two arts of the Tuscan Renaissance – an exhibition featuring a dialogue between two of the major excellence of Tuscan Renaissance: textiles and ceramics. The fabrics and embroidery will be joined by a nucleus of ceramics in Montelupo Fiorentino dated to the fifteenth and sixteenth century – Exhibition hours: Mon. Fri 10-18, Sat. 10-14; Sun 16-19; closed Tuesday – Via Santa Chiara, 24 -
Info: tel. 0574-611503  info@museodeltessuto.it

Dal 22-10 al 24-10 PISA BOOK FESTIVAL a Pisa

Al centro Congressi la sezione principale mentre alla Stazione Leopolda la sezione per i più piccoli. 

Fiera di riferimento per l’editoria indipendente italiana dove con manifestazioni, convegni, dibattitti e incontri, oltre alle varie centinaia di stand.

Info: 050.21531

Il 24-10 MOSTRA DI ATTREZZI FOTOGRAFICI a Pistoia

Presso il Centro Fiera di Pistoia.

Mostra di usato e di antiquariato di tutti i prodotti di fotografia, macchine fotografiche, zoom e tanto altro ancora.

Dal 15-10 al 17-10 VIVA L’AUTO a Firenze

In Piazza Ghiberti.

Una tre giorni dove la fà da padrona l’auto del futuro. Sarà possibile vedere il processo di come sta cambiando l’auto.  Naturalmente alcune case automobilistiche porteranno in visione le loro ammiraglie.

www.vivalauto.it

Il 10-10 MOSTRA A 6 ZAMPE a Castelfiorentino

 Una giornata all’insegna del buonumore con il primo obiettivo quello di passare un’intera domenica con i nostri amici a quattro zampe, condividendo tempo, emozioni e (perché no?) competizione e premi. Saranno, infatti, istituite delle categorie alle quali potrete scegliere di partecipare con il Vostro cane, nelle quali gareggerete e proverete a vincere. I premi saranno offerti da vari esercizi commerciali. La categoria Premio BRAVO CANE sarà riservata a tutti coloro che si sono divertiti a lavorare un po’ con il proprio cane e si esibiranno con esercizi alla loro portata. 
www.bravo-cane.com

Dal 11-09 al 15-11 XIV BIENNALE INTERNAZIONALE DEL MERLETTO a Sansepolcro

La XIV^ biennale internazionale del merletto di Sansepolcro, nel 2010 celebrerà il cinquecentenario della morte di Alessandro Filipepi detto il BOTTICELLI (Firenze1445-1510), grandissimo pittore fiorentino, noto nel mondo soprattutto per La Primavera (1478 c.) e per La nascita di Venere (1485 c.), capolavori entrambi ammirabili nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

Come racconta Giorgio Vasari (Arezzo 1511-Firenze 1574) nelle Vite, avendone suo padre Intuito la predisposizione artistica, oltre che a mandarlo a scuola “di leggere, di scrivere o di abbaco”, lo mise a bottega presso un orefice, “suo compare, chiamato Botticello, assai competente maestro allora in quell’arte”. “Invaghitosi della pittura”, Alessandro venne affidato alle cure didattiche di “fra’ Filippo del Carmine, eccellentissimo pittore”, raggiungendo presto un livello tale “che nessuno l’avrebbe stimato”.

E fin qui è storia nota: però non tutti forse sanno che egli fu anche elegantissimo disegnatore di tessuti e di ricami, come del resto altri artisti dell’Umanesimo e del Rinascimento italiano, più o meno celebri, quali Jacopo Cambi e Geri di Lapo prima, Parri Spinello e sorella, Jacopo da Montagnana, Bartolomeo di Giovanni, Antonio e Piero Pollaiolo, Giovanni da Udine, Perin del Vaga, Raffaellin del Garbo, Francesco Ubertini detto Bachiacca, ecc. poi.

Cennino Cennini, ne Il libro dell’Arte, Trattato della pittura, scritto alla fine del ‘300, dedicando il capitolo CLXIV a “Come si dee disegnare in tela o in zendado per servigio de’ ricamatori” conferma l’antica consuetudine collaborativa tra le due arti, non ancora suddivise nelle categorie di maggiori o minori.

Il coinvolgimento di Botticelli con le arti tessili è documentato sempre dal Vasari nell’opera sopra citata, quando afferma che “fu egli de’ primi che trovasse di lavorare gli stendardi et altre drapperie”, per esempio nella tecnica definita “di commesso” , cioè ad applicazione realizzata ritagliando gli elementi del disegno in taffetas o in velluto policromi, riportati poi su tessuti uniti e fissati a punto cordonetto o altro.

Aggiunge che “di sua mano così fatto è il baldachino d’Or S.Michele” come pure “tutto di suo disegno” Aggiunge che “di sua mano così fatto è il baldachino d’Or S.Michele” come pure “tutto di suo disegno” risulta il ricamo “del fregio della croce che portano a processione i frati di S.Maria Novella”, di cui purtroppo non rimane più traccia.

Precisa infine che furono numerosi gli artigiani che gli chiesero progetti grafici: la tradizione storica tessile vuole infatti che anche per alcuni lampassi e broccatelli, meglio noti come “bordi figurati”, prodotti a Firenze su complessi telai al tiro, rappresentanti scene del Vangelo, quali l’Annunciazione, la Nascita di Cristo, la Resurrezione ecc. sia individuabile la sua mano.

Tra le opere certamente assegnabili al suo talento si ricordano: le raffigurazioni sulle croci ornamentali posteriori. Tra le opere certamente assegnabili al suo talento si ricordano: le raffigurazioni sulle croci ornamentali posteriori delle pianete della Collegiata di Pietrasanta e del Brukenthal Museum di Sibiu, sulla dalmatica del museo dell’opera del duomo di Orvieto, sulpaliotto del museo dell’opera del duomo di Siena, sui cappucci di piviale del museo Poldi Pezzoli e del Castello Sforzesco di Milano.

Si tratta di manufatti molto emozionanti (nonostante le vicissitudini conservative che ne hanno compromesso talora la stato fisico e nonostante interventi inopportuni di restauro), proprio perché testimoniano l’attuazione pratica del connubio tra arte e artigianato, sprigionando una rara magia.

Dunque la dedica a Botticelli da parte della XIV Biennale Internazionale del merletto di Sansepolcro è molto opportuna, perché introduce un argomento che sta molto a cuore sia al presidente del Centro Culturale che al comitato scientifico della stessa, assai sensibili alla annosa, ma sempre attuale, riflessione su che cosa si intenda per arte e quanto essa si discosti o meno dall’artigianato. C’è poi un altro aspetto, nella pittura botticelliana, che può fornire il titolo e forse il tema della manifestazione biturgenze: la bellezza!

Le sue figure femminili sono rese con una tipologia fisica originale, immediatamente riconoscibile: forme slanciate, longiline e seni appena accennati, ovale del viso un poco allungato, lineamenti regolari, occhi a mandorla, folti capelli , biondi o castani, leggermente ondulati, mossi da brezze gentili.

Ma ciò che rende particolarmente affascinanti tali giovani donne è lo sguardo, da cui traspare intelligenza, sentimento, spirito vitale. Sicuramente influenzato da Lorenzo de’ Medici, detto il Magnifico (1449-1492), che descrive l’ideale di bellezza femminile quattrocentesco asserendo che il corpo deve essere “sì ben proporzionato”, ma “l’ingegno veramente meraviglioso assai”, e dal frate domenicano Girolamo Savonarola (Ferrara 1452-Firenze 1498) predicatore della bellezza vera che è la bellezza dell’anima, partecipando essa alla bellezza di Dio, Botticelli riesce a darne rappresentazione : la sua bellezza non è classicamente statica, da bambola sexy, ma è modernamente espressiva, pensante, viva, è la dimostrazione pittorica dell’esistenza stessa dell’Anima.

www.biennaleinternazionaledelmerletto.org

ADVERTISEMENT

La bottega di Toscanainfesta.it
Accedi - BlogNews Theme by Gabfire themes